Antincendi impianti e attrezzature

Sistemi antincendio a Napoli e in Campania

Il settore in cui da sempre è attiva la Erreffe di Pozzuoli, Napoli, è quello degli impianti antincendio. Un settore nel quale offre servizi di progettazione, installazione e manutenzione d’impianti e attrezzature, assicurando la più alta affidabilità per prevenire e spegnere gli incendi.

La sicurezza delle persone e dei luoghi pubblici e privati è il nostro impegno, quindi offriamo i sistemi antincendio, con le più valide tecnologie del settore, e tutto il supporto necessario al cliente. I nostri sistemi antincendio rispettano tutte le normative vigenti a riguardo della prevenzione e della lotta agli incendi.

In questa pagina alcune delle soluzioni che mettiamo a disposizione.

?

SPEGNIMENTO A GAS INERTE

I gas inerti — argon, azoto — sono impiegati per spegnere gli incendi. Riescono ad agire tanto per sottrazione di calore alle fiamme quanto per la riduzione dell’ossigeno nell’ambiente (questa riduzione viene portata a una soglia stabilita, per assicurare la sopravvivenza di eventuali presenti negli ambienti stessi).

Queste tipologie di gas, già presenti in atmosfera, sono inerti, incolori, non corrosivi. Si tratta di estinguenti perfetti per essere impiegati nelle soluzioni antincendio, nelle aree in cui sono presenti persone. Sono impegnati nella protezione di uffici, musei, archivi, biblioteche, dove siano presenti apparecchiature tecnologiche, e così via.

La realizzazione degli impianti di spegnimento a gas inerte viene fatta nel rispetto di quanto indicato dalle normative UNI e NFPA, che permettono di progettare impianti affidabili, sicuri e certificati.

SPRINKLER

All’interno del settore dei sistemi impiantistici antincendio, ci sono gli impianti di spegnimento sprinkler.

Si tratta di sistemi molto diffusi nel mondo, tra i più utilizzati per la protezione antincendio. Sono appositamente progettati per permettere di circoscrivere e controllare un incendio, in modo quindi da proteggere al meglio le strutture di un edificio.

Questi impianti sono fatti da valvole di controllo alimentate tramite acquedotto, nel caso in cui l’acquedotto possa garantire portata e pressione sufficienti a permette il perfetto funzionamento dell’impianto.

Oppure possono essere costituiti da una rete di tubazioni, da un gruppo di pompaggio con relativa riserva, dalle testine di erogazione che, in base ai sistemi impiegati, possono essere a fusibile o a bulbo.

WATER MIST

Un sistema antincendio water mist ha le seguenti caratteristiche:

  • riesce ad abbassare la temperatura, al di sotto dei limiti d’infiammabilità, in modo rapido
  • offre un forte contrasto all’irraggiamento termico, la circoscrizione delle fonti di calore e relativo abbassamento della temperatura ambientale
  • permette la riduzione dei danni da bagnamento e dell’inquinamento
  • assicura l’abbattimento dei fumi di combustione, agevolando l’intervento di soccorso
  • ha un consumo di acqua molto basso
  • utilizza tubazioni in acciaio inox

Speciali testine, che possono essere di tipo chiuso per impianti a “umido” e aperto per impianti “a secco”, riescono a realizzare una perfetta nebulizzazione dell’acqua.

IMPIANTI A SCHIUMA

Tra i sistemi antincendio disponibili, gli impianti a schiuma offrono ottime qualità estinguenti.

Inoltre, per la loro speciale caratteristica tecnica — quella di riuscire a soffocare i vapori che derivano dalla combustione — sono particolarmente indicati per la protezione di aree in cui si trovano dei liquidi infiammabili.

L’impianto a schiuma base è realizzato:

  • da una valvola a diluvio
  • da un comando manuale o automatico (governato da un sistema di rivelazione incendi)
  • da specifiche lance per lo spargimento della schiuma generata (generatori)
  • da un sistema di miscelazione acqua/liquido schiumogeno (miscelatori)

DILUVIO

Un impianto antincendio a diluvio è caratterizzato dall’impiego di ugelli erogatori aperti, che sono utilizzati nei luoghi dove ci sono attività ad elevato rischio. Per questo tipo di attività, infatti, si rende necessario scaricare elevati quantità di acqua o acqua e schiuma, con tempi rapidi.

Nell’impianti a diluvio, la tubazione a valle della valvola a umido è vuota. L’apertura di questa valvola può essere innescata mediante un sistema pneumatico, vale a dire con una rete pilota di sprinkler chiusi. O anche con il consenso, mediante impulso elettrico da una centralina di rivelazione incendi.

Avuto il consenso, la valvola si apre e l’acqua affluisce subito nella rete di distribuzione, arrivando così agli erogatori e quindi alla campana idraulica che segnala l’allarme per impianto intervenuto.

RIVELAZIONE INCENDI

Il compito di un sistema di rivelazione incendio è quello di portare all’attenzione, prima e con assoluta certezza, lo svilupparsi di un incendio. Vengono date, mediante le apparecchiature di segnalazione di allarme, le informazioni che servono per attivare le azioni correttive.

Il centro dei sistemi di rivelazione è costituito dalle centrali convenzionali o analogiche/digitali. Queste sono capaci di governare tutte le fasi di rivelazione, allarme e, in specifici casi, l’attivazione automatica dei sistemi di spegnimento degli incendi.

L’impiego della tecnologia digitale, nello specifico, permette di supervisionare e gestire aree anche molto estese, visto che offre la possibilità d’individuare, in maniera sicura, in quale punto del sistema si è attivato il segnale di allarme.

Chiama ora

Richiedi un preventivo